Indirizzo: Piazza Martiri 29, Reggiolo, Reggio Emilia
Sito web: www.rigoletto.it
Prezzi: 35/40 €
Condividi:   

Sommario

Reggiolo (RE) – Ristorante Rigoletto

novembre 2012 - Sette - Corriere della Sera - Emilia Romagna Ristoranti

Uno dei migliori ristoranti italiani, il Rigoletto di Reggiolo, non si è ancora ripreso dalla devastazione delle scosse del 20 e 29 maggio. La magnifica villa di fine Settecento, con le tre eleganti e accoglienti salette che ospitavano pochi tavoli ciascuna, è del tutto inagibile. La ricostruzione non è ancora iniziata perché mancano i permessi della Soprintendenza. Dall’edificio sono stati tratti in salvo solo alcuni oggetti: la collezione dei coltelli del cuoco, i tegami, le placche, gli stampi. I lieviti, che per decenni vengono mantenuti in vita e incrementati con cura e affetto, sono perduti: quest’anno, niente panettoni. “Ora che l’edificio è stato svuotato si capiscono meglio i danni: è come se dentro ci avessero fatto un frullato”, dice Fulvia Salvarani, patronessa del ristorante e moglie dello chef bistellato Gianni D’Amato. “Ne approfitteremo per mettere l’ascensore”, aggiunge piena di spirito positivo. “È cambiato il modo di vivere: siamo sempre molto occupati, ma adesso ci capita di andare a letto presto. Prima era impossibile. I primi due o tre mesi li abbiamo passati qui, cercando di capire cosa fare della nostra vita. All’inizio ero molto depressa, ora riesco a parlarne e addirittura a vedere aspetti positivi”. Intanto i D’Amato hanno riaperto l’albergo, ospitato nelle ex scuderie della villa: lì non ci sono stati danni significativi. Verso metà dicembre riaprirà anche il bistrò dell’albergo, il Rigolettino; prima si serviva della cucina del ristorante, ora, sacrificando lo spazio di tre camere, verrà dotato di una cucina propria. Avrà un menu creativo e uno del territorio: 35/40 euro per tre portate, e sarebbe un bel modo di festeggiare la ripresa andare presto a provarlo.

“Riceviamo tante telefonate,” dice Fulvia. “Ci chiedono di riservare un tavolo, magari per il sabato sera. Non sanno nulla del terremoto: quando glielo diciamo, ci rimangono male”. Se volete seguire le vicende del Rigoletto e sapere quando riaprirà (si pensa tra un anno), telefonate o controllate il sito. Altrimenti potete seguire Gianni e Fulvia nella tournée ospitata dalle cucine di altri ristoranti. La sera del 3 dicembre saranno nella trattoria di Eataly, a Bologna, con alcuni dei piatti-firma del Rigoletto: i macaron alla nocciola con cotechino e lambrusco; i calamaretti farciti con cipolla borettana su crema di patate al nero di seppia, con uovo in camicia e tartufo nero; il cubo di bolliti (una sorta di millefoglie fatto con le parti del quinto quarto); il guancialino di maiale con patata affumicata, topinanbur, zenzero candito. 100 euro per 7 portate, vini inclusi. Si può prenotare telefonando a Eataly (051 0952820). La tappa successiva sarà nel bel ristorante Anna Stuben dell’ Hotel Gardena di Ortisei, il 18 e 19 dicembre.

Alcune immagini e testi di questo sito sono coperti da copyright e ne è proibito qualsiasi utilizzo salvo esplicito consenso scritto.